Conferenza sul tatuaggio tradizionale Giapponese - 6.10.18 e 7.10.18

In occasione della Florence Tattoo Convention 2018, che si terrà a Firenze prezzo la Fortezza da Basso dal 5 al 7 ottobre, terrò una conferenza sul tatuaggio tradizionale giapponese.

Sabato 6, dalle 15,00 alle 15,45

Domenica 7, dalle 15 alle 15,45

 

Il tatuaggio, già presente nel Giappone antico in varie forme come l’Irezumi e l’Irebokuro, ebbe un grosso sviluppo dalla seconda metà del periodo Edo ma furono gli anni del Bakumatsu, fine del periodo Edo, quelli decisivi per un forte sviluppo dei lavori, della tecnica e della figura dell’Horishi, il maestro tatuatore. Fu a partire dalla metà dell’800 che la tecnica dell’Horimono, il tatuaggio giapponese tradizionale, andò migliorando; si perfezionava la tecnica, si studiavano maggiormente le composizioni e si ricercava di più. In questi anni il mestiere di tatuatore passò ad essere un’occupazione esclusiva, arrivando a ritagliarsi un posto come forma di artigianato con regole proprie di apprendistato.

L’Horimono, nella sua storia, non ha sempre goduto di fortuna, è stato più volte messo al bando negli anni del periodo Meiji, anche se in maniera paradossale, furono quelli dove si sviluppò di più. In questi anni ha vissuto due filoni paralleli, quello degli studi autorizzati per stranieri e quello dei maestri, alcuni purtroppo quasi sconosciuti a noi, ma molto quotati all’epoca, che tatuavano rischiando carcere e multe.

Insieme allo sviluppo del mestiere di tatuatore vedremo le storie dei tre maestri considerati i migliori del Giappone, Horiiwa, Horikane e Horiuno, vissuti tra il periodo Meiji e gli anni prima della seconda guerra mondiale e le differenze con gli studi autorizzati per stranieri.

 

Florence Tattoo Convention - Conferenze

 

Durante la convention, mi troverete allo stand Lacrimanera Art Gallery Shop, insieme ad Andrew Stone, che farà dimostrazioni di Xilografia giapponese